Credere in se stessi: il primo step per il successo

Che cos'è una credenza?  


Se chiedi a qualsiasi amico o conoscente senza dubbio ti dirà che una credenza significa il fatto di accettare che qualcosa sia vero e spesso senza chiedere nemmeno una prova. 

Pensa un attimo a qualsiasi religione. Possiamo definirla credenza? Si! È’ una fede incondizionata in un essere superiore di cui nessuno ha mai avuto prova della sua esistenza. Questa è la credenza: credere a qualcosa senza necessariamente basarsi su prove.

 

 

Credere in sé è il primo passo verso credenze superiori

La prima cosa che devi assolutamente fare, da bambino, ragazzo adulto anziano o che dir si voglia è sicuramente credere in te stesso. Prima te ne renderai conto, meglio sarà per te è per chi ti circonda.
Ci saranno molte persone intorno a te che diranno che non puoi farcela. O magari sarai stesso tu a pensare di non farcela o peggio ancora di arrenderti ancor prima di aver iniziato solo per preservare la salute mentale degli altri e  l’immagine che gli altri hanno di te.
Sbagli!


Per raggiungere la grandezza, l’obiettivo o semplicemente per diventare ciò che vorresti essere, l’unica grande cosa che puoi fare è partire da te stesso. Credere in te stesso!


Ci piacerebbe supportarti con una piccola, semplice ma incisiva frase. Pensa sempre e soltanto a questo “Io non perdo mai: o vinco o imparo”.

Cosa ti fa capire? Ti ha aperto un mondo?
A noi si. È quindi, è giusto provare, magari anche fallire nell’obiettivo. Ma l’ego non deve mai arrendersi,  cadere o abbattersi. Il successo tarda ad arrivare? Abbiamo solo preso la strada sbagliata. Lo riconosciamo, impariamo ma poi… andiamo avanti!
Credere, provare, cadere risollevarsi, imparare per poi ripartire più forti. Ma l’importante è credere in se stessi, nei propri sogni è nei propri obiettivi a corto o a lungo tempo.


Consigli utili per raggiungere l’obiettivo
Abbiamo detto che il primo step è credere in se stessi. Siamo forti? Preparati ad andare avanti?
Bene, un altro importantissimo step è quello di ricordarsi di circondarsi di persone positive che non mettano barriere in primis per se stessi e poi che  non mettano barriere sul tuo percorso ma che anzi in realtà ti aiuteranno a spingerti in avanti.
Persone positive, che lottano con te per raggiungere gli obiettivi. Che se cadi ti rialzano, in soldoni!


E non dimenticare che la perseveranza è al centro del successo, ci saranno 1000 volte in cui la vita ti prenderà a calci in faccia e l'unica cosa che ti permetterà di resistere e continuare a perseguire sarà il tuo obiettivo da raggiungere.

Ed è proprio in questo momento, quando la vita ti prenderà a calci in faccia che ci saranno molte persone che ti chiederanno perché stai facendo questo? A cosa pensavi mentre cercavi di far quest’altro? E tu, devi essere preparato e devi sempre ripeterti la domanda che ti ha spinto ad arrivare fin qui.  Perché sto facendo quello che sto facendo?


Qualche riferimento filosofico

Lo stesso Nietzsche affermava:  “Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come”.
Bella no?
Bella e veritiera.


Se sai perché lo stai facendo, se credi in ciò che fai, puoi sopportare qualsiasi condizione, qualsiasi umiliazione, qualsiasi sofferenza. Tutto.


Decidi di credere, di poter diventare bravo in tutto ciò che potresti non eccellere, in tutto ciò in cui vuoi diventare bravo (la natura dice ancora che il talento naturale esiste), solo in questo modo raggiungi il successo.

Per ritornare alla frase precedente: non ci sono errori solo lezioni.
È questo concetto genera la mentalità di crescita.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati