Come leggere questo 2020 e cosa imparare da questo strano anno?

Ho fatto caso che quando guardo indietro tante cose che in quel momento mi sembravano insormontabili, complicate, difficili, quasi impossibili, ora ci ripenso e mi dico che tutto sommato che quel periodo non era così brutto come pensavo che alla fine ho imparato tanto, ho imparato che posso sopravvivere che posso farcela, affrontare e vincere queste sfide. Ho perso il lavoro e ho deciso di fare le valige e andare all’estero, ho perso la ragazza a cui avevo chiesto di sposarmi e ho trovato un nuovo amore che mi ha dato mio figlio.


Quando mi sento in difficoltà, spesso penso che il momento che sto vivendo sia pesantissimo, insopportabile, insormontabile, difficile, ma poi tengo duro e mi abituo a quel peso. Prima quel peso mi teneva piantato sul pavimento e ora a piccoli passi ma mi muovo, continuo a tenere duro per un anno ora sono due più volte mi sono guardato indietro e spesso mi sono ritrovato a sorridere e a pensare come era stato eccitante quel tempo e quello che pensavo fosse impossibile ora e’ diventato una storia che racconto ai miei amici e un giorno racconterò a mio figlio. 


E quando ho sofferto e non mi sono fermato quando in momenti difficili ho preso le mie decisioni e non mi sono fatto guidare dalla volontà’ degli altri in questi momenti difficili ho imparato le lezioni più’ importanti le lezioni che uso come gradini d'una scala per andare più in alto quando arrivano nuovi momenti difficili.


Spesso si può, in qualche modo, scegliere il nostro futuro.

 

Io dopo un difficile 2020 ho deciso che il prossimo anno sarà’ il migliore della mia vita, non importa cosa succederà’ o quale sfida si porrà’ di fronte a me, il mio unico potere come essere umano e’ di decidere in che modo io leggo quello che mi accade e decidere come reagire. 

Da tempo ho scoperto che la mente e’ un filtro potentissimo ci può far vedere cose che non esistono e far avverare realtà che vivono solo nella nostra fantasia e tutto inizia con la domanda tu in che cosa credi?

Se io credo che il 2021 sarà’ il migliore anno della mia vita allora la mente filtrerà’ la maggior parte delle cose brutte e si focalizza’ solo su quelle positive. La classica accade quando vogliamo comprare una macchina, un vestito una borsa iniziamo a vederli ovunque questo e’ semplicemente un trucco della mente che funziona benissimo come filtro dell attenzione.

A volte ho pensato che perdere il lavoro fosse la fine, la fine come figlio di genitori vissuti con la mentalità’ del posto fisso, sconfitto come compagno e come padre che vuole provvedere alla sua famiglia  e come  in realtà’ e’ stata solo la spinta per spingermi ad andare oltre.

A volte e’ come remare mentre la barca e’ ancora legata alla banchina e in realtà’ non andiamo da nessuna parte ad un tratto qualcuno taglia la corda e cominciamo a muoverci. All'inizio abbiamo paura perché ci allontaniamo da un luogo che conosciamo bene e tutto sommato non siamo abituati alla libertà’, la vogliamo ma allo stesso tempo abbiamo paura ci sentiamo perduti. 

Quando sei libero di scegliere non puoi piu nasconderti dietro al fatto che non puoi fare quello che vuoi fare perche c’e’ qualcuno o qualcosa che te lo impedisce. 

Quando sei libero, nel bene o nel male, ci sei solo tu e le tue decisioni e nessuno a cui puntare il dito e dare la colpa questa volta ci dobbiamo assumere le nostre responsabilità’ e remare nella direzione dove vogliamo andare, l'alternativa e’ lasciarci trasportare dalla corrente e poi lamentarci che non siamo arrivati nella terra promessa. 

Ora mi dipingo nella mia mente nel 2030 e guardo indietro al 2020 e vedo che era 10 anni più’ giovane e che avevo la forza e la salute di fare cose che a 50 anni non posso più’ fare, e racconterò ai miei figli che il 2020 e’ stato un anno difficile e tante persone sono morte ma quelle che sono ancora vive ora apprezzano le piccole cose un po di più.

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati