L'inizio di una startup e il potere del pivot

 

Quali sono gli sviluppi che hanno portato alla nascita di Kenko Pharma? Quante idee ci sono dietro alla nascita di un’azienda?

Adriano iniziò questo progetto iniziò circa 3 anni fa insieme ad altri 2 amici, l’idea iniziale era di creare un marketplace per i personal trainer e dare loro la possibilità di trovare i loro clienti. Questo sia per dare ai clienti la possibilità di scegliere il miglior personal trainer che sia adeguato e qualificato per le loro esigenze e sia per dare la possibilità ai personal trainer di lavorare in modo autonomo, evitando cosi la classica assegnazione casuale del personal trainer quando si va in palestra.

Cosi nasce l’idea si sviluppare l’app WaveFit, il marketplace per personal trainer. Dopo un anno e mezzo di lavoro l’app era completa. Il problema fu che uno dei 3 fondatori per motivi personali non potè più continuare questo progetto e cosi venne a mancare una figura fondamentale come l’UI designer, senza il quale non fu più possibile continuare. Per assumere un altro UI designer sarebbero stati necessari investimenti difficili da raggiungere per una startup che si trova ancora in una fase iniziale. E gli altri 2 membri non erano specializzati per rimpiazzarlo.

In tutto ciò il sistema di monetizzazione di WaveFit era di avere il proprio sistema di food supplement all’interno del suo ecosistema, e il trainer aveva la possibilità di consigliare questi integratori e cui subentrava Kenko Pharma come fornitore unico e ufficiale. L’acquisto del prodotto andava a finanziare tutta l’attività di WaveTechnologies (il nome dell’azienda) e dava anche una percentuale al personal trainer. All’interno dell’app quindi il personal trainer aveva la possibilità di guadagnare attraverso i clienti che aveva, senza tasse, e anche una percentuale in base ai prodotti che i suoi clienti compravano con il suo codice.

L’idea di non tassare il personal trainer per le sue sessioni di allenamento era per dare più valore e attenzione al business reale, cioè quello del food supplement e di avere quindi un mercato personale a cui distribuirlo.

L’app fu mandata online ma senza uno dei suoi pilastri che si occupava di UI sarebbero mancati gli sviluppi necessari per mantenerla.

Nel progetto Adriano era responsabile di marketing quindi cercò di fare quello che era di sua competenza, senza competenze di coding. Per questo avvenne lo spostamento dall’app ad amazon e siti online, dove il coding non è richiesto ed è principalmente marketing management.

Anche nel tempo i prodotti di Kenko Pharma hanno subito un’evoluzione, passando da food supplement per la palestra a food supplement generici di vario tipo per poi condensarsi nei prodotti più usati e conosciuti da Adriano; quelli di cui era il maggior consumatore. Quindi il nootropico: stimolante celebrale per avere capacità cognitive aumentate se si è riposati, o nella media se non si è riposati. Molto usati da lui durante la stesura della tesi. Quest’uso prolungato gli ha anche fatto capire i prodotti più efficaci e gli ingredienti che performavano meglio, soggettivamente parlando.

Pensando che anche altre persone fossero nelle sue condizione di avere necessita di essere più performate ha deciso che il primo prodotto di Kenko Pharma sarebbe stato appunto il nootropico. Quindi invece che comprare prodotti con formulazioni fatte da qualcun altro, ha deciso di ideare una sua formulazione, studiata e approvata da laboratori specializzati.

Dopo il nootropico, che ha avuto molto successo in Italia, il secondo è stato il Goodnight, per aiutare a spegnere il cervello nei momenti richiesti, senza perdere troppo tempo per addormentarsi. E il terzo prodotto è stato un rafforzante del sistema immunitario, per essere il più possibile in salute ed evitare di ammalarsi.

Cosi tutti i prodotti usati nella vita quotidiana sono entrati a far parte di Kenko Pharma, dove Adriano è il primo consumatore.